Agenzia Giornalistica - Savona Notizie Agenzia Giornalistica - Savona Notizie
16/10/2017
ASN online - Agenzia Giornalistica SavonaNotizie - Agenzia quotidiana di informazioni e opinioni 
   Chi siamo      Servizi      Pubblicità      Per i vostri comunicati      Collabora      Lettere al direttore      Newsletter
Registrati
login:
password:
Hai dimenticato la password?
Attualità
Cronaca
Cultura
Curiosità
Dove andare
Gastronomia
Informatica
Musica
Politica
Racconti e poesie
Scadenze
Sport
AMICI DEL SASSELLO
 Associazione
 Biblioteca
 La Voce del Sassello
 Museo Perrando
Google

   BORSA
METEO

 

Argomento 'Musica'

Red Bull Bc One 2015. Victor miglior B-Boy del mondo
Data di pubblicazione: 15/11/2015
Red Bull Bc One 2015. Victor miglior B-Boy del mondo

Lunedì 16 novembre in esclusiva su Italia 1. Prossima sfida mondiale appuntamento in Giappone!

Un nuovo campione del mondo si è aggiudicato ieri sera a Roma l’ambito trono del Red Bull BC One, la più importante competizione di breaking al mondo: l’americano Victor ha vinto contro tutti i suoi avversari!

«Ho raggiunto questo risultato - spiega Victor - con duro allenamento, esercizio e cercando di rimanere molto concentrato. Per arrivare fino a qui ho lavorato sodo, ho corso ogni giorno fino quasi a sentirmi male con l’obiettivo di raggiungere la massima resistenza. Durante le battle il trucco è stato non mostrare debolezza o stanchezza, prendere tempo e stare coi piedi ben piantati per terra. Vincere il Red Bull BC ONE significa tutto per me perché ci provo fin da quando ero un ragazzino. Sognavo di essere qui e finalmente ho vinto! Sono davvero felice!».

I 16 migliori B-Boy provenienti dai 5 continenti si sono contesi “uno contro uno” il titolo mondiale e, durante la serata che ha registrato il sold out in pochi minuti, hanno riempito di energia il Palazzo dei Congressi di Roma davanti ad un pubblico di oltre 1500 persone che hanno assistito a una serie di battle sia fisiche che creative di altissimo livello.

I cinque giudici, l’italiano Cico, il sud coreano Wing, l’americano Poe One, il francese Lamine e il finlandese Focus, hanno valutato i B-Boy finalisti per le loro doti artistiche, per l’innovazione e l’originalità, per il loro stile e per la combinazione delle move: toprock, footwork, power move e freeze.

«Victor ha fatto davvero di tutto per vincere – commenta Cico dopo la gara - dalle basi, all’originalità fino al ritmo, era sempre al top. Lui è il vincitore perché è riuscito a farsi trasportare dalla musica e a rimanere calmo senza mai deconcentrarsi. D’altronde i B-Boy americani ce l’hanno nel sangue. Hanno un modo di ballare fluido e naturale. Hanno un vero e proprio talento».

Sarà possibile rivivere l’emozione della sfida domani, lunedì 16 novembre dopo la mezzanotte (al termine de Le Iene), in esclusiva su Italia 1, condotta da Elenoire Casalegno e Pierluigi Pardo.

Il rapper americano Supernatural e l’MC italiano Tromba hanno scaldato l’atmosfera insieme ai beat originali del francese DJ Martin. La world final si è aperta con l’opening act dell’étoile Eleonora Abbagnato che, insieme ai B-Boy Cico e Neguin (dei Red Bull BC One All Stars), è stata protagonista di una performance inedita che ha visto fondere danza classica e breakdance sulle note dei Carmina Burana. Sul palco con loro anche i ballerini Virginia Tomarchio (da Amici 14) e Michele Satriano (del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma). Lo spettacolo è stato impreziosito anche da alcune spettacolari performance come quella delle superstar Les Twins, icone dell’Hip Hop New Style e degli special guest Clementino, Ensi e Noyz Narcos che hanno presentato al pubblico un brano inedito scritto insieme per l’occasione e prodotto da Crookers. Sul palco con i tre rapper anche Alien Dee, pioniere del beatboxing in Italia.

Per arrivare fin qui, i più talentuosi B-Boy del mondo sono riusciti a superare le tre fasi che, come ogni anno, conducono alla world final del Red Bull BC One. Prima di arrivare nella Capitale, gli aspiranti campioni hanno partecipato ai cypher locali, tenutisi in 90 città del mondo, da cui sono stati decretati 70 campioni nazionali. Questi si sono poi sfidati alle regional final e i sei campioni finalisti hanno avuto così accesso all’ambita world final insieme a 10 wild card scelte da un team di esperti.

Le sneaker, le tute e le classiche Suedes di Puma sono riconosciute come icone dello stile nel breaking. Foot Locker e Puma sono due brand che hanno completamente sposato la cultura della street dance e incarnano perfettamente lo stile della Red Bull BC One World Final.

Il Red Bull BC One, la spettacolare sfida “uno contro uno” tra i migliori B-Boy provenienti da tutto mondo, è la celebrazione mondiale della cultura Hip Hop che combina danza, musica, stile e arte seguita da milioni di persone in TV e online. Negli anni ha coinvolto i migliori breaker della scena. Ha debuttato nel 2004 in Svizzera e durante 12 anni di successi ha conquistato Parigi, Tokyo, San Paolo, Seoul, Rio De Janeiro, Berlino, Mosca, New York e, dopo aver trionfato quest’anno nella città di Roma, l’anno prossimo, per la 13esima edizione del Red Bull BC One, tornerà in Giappone.


Fonte Parole & Dintorni


Stampa Torna alla home page
 ARCHIVIO
 
RICERCA IN ASN   
 
  FOTO GALLERIA
SCRIVI
(solo utenti registrati)
Opinioni
Commenti
Sfoghi
Racconti e poesie
Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Accetto Ulteriori informazioni


Privacy Copyrights © - ASN - Agenzia Giornalistica SavonaNotizie - Tutti i diritti sono riservati
direttore responsabile: Gianpaolo Dabove - partita Iva 00874170095
  realizzato da Visiant Outsourcing