Agenzia Giornalistica - Savona Notizie Agenzia Giornalistica - Savona Notizie
21/11/2017
ASN online - Agenzia Giornalistica SavonaNotizie - Agenzia quotidiana di informazioni e opinioni 
   Chi siamo      Servizi      Pubblicità      Per i vostri comunicati      Collabora      Lettere al direttore      Newsletter
Registrati
login:
password:
Hai dimenticato la password?
Attualità
Cronaca
Cultura
Curiosità
Dove andare
Gastronomia
Informatica
Musica
Politica
Racconti e poesie
Scadenze
Sport
AMICI DEL SASSELLO
 Associazione
 Biblioteca
 La Voce del Sassello
 Museo Perrando
Google

   BORSA
METEO

 

Argomento 'Musica'

Festival Sanremo: i commenti delle Miss Italia
Data di pubblicazione: 18/02/2012
Festival Sanremo: i commenti delle Miss Italia Festival Sanremo: i commenti delle Miss Italia

«Grazie Ariston. Che serata con Patti Smith!» Gloria Bellicchi (nella foto in alto), ex Miss Italia oggi attrice, appassionata di musica, ha commentato così la serata al Festival: «Ieri sera ho aspettato l’ingresso di Patti Smith con la stessa emozione del Piccolo Principe che attende la Volpe. Alla fine ha interpretato anche ‘Because the night’, manifesto del rock, che nel suo caso è davvero, come ha detto Allen Ginsberg, ‘il movimento di un angelo in volo su una città moderna’».

«Patti Smith, il Mito, molto innocente, molto spirituale e poi divertente. Non è una cantante di rock’n roll, è una cantante, una poetessa, una scrittrice, una pittrice, una fotografa, una donna, una madre. Ho la sua biografia sulla mensola, sopra al camino, il documentario di Steven Sebring tra gli oggetti cui sono più legata nel comodino accanto al letto, e la sua musica ovunque, nella pennetta usb nella borsa, nell’Ipod, nella libreria del mio apple. Grazie Sanremo!», ha concluso Gloria Bellicchi.

«Attaccata alla tv per tutta la durata dell’esibizione di Celentano, che va preso così, si sa com’è, è inutile stupirsi. Quando canta, poi, è sempre più bravo, sembra ringiovanito, straordinario»: è il commento di Miss Italia Stefania Bivone (nella foto di lato). «Tra i cantanti, faccio il tifo per Pierdavide Carone e Lucio Dalla: secondo me, la loro ‘Nanì’ è candidata alla vittoria, mi ha commosso. Mi sono piaciute Emma e Francesco Renga. Sono delusa dalla canzone di D’Alessio e Loredana Bertè, anche se loro sono fortissimi. Ora aspetto di ascoltare i giovani».

Maria Perrusi (Miss Italia 2009) è favorevole a Nina Zilli ma, per lei, «la coppia Carone-Dalla è imbattibile. Aver messo insieme un cantante così giovane con un maestro come Dalla, che tra l’altro lo dirige, è un’idea vincente. Non mi è piaciuto invece l’abbinamento D’Alessio-Bertè».

Edelfa Chiara Masciotta (Miss nel 2005) non ha dubbi: «Giudico la canzone più che la sua interprete, ‘Ci vediamo a casa’ di Dolcenera. E’ quella che più mi ha colpito per alcune frasi, le parole romantiche, la descrizione di un amore semplice che mi ha fatto piacere ascoltare. Non credo che vincerà il Festival, ma spero che vada avanti il più possibile».

Francesca Testasecca (Miss Italia 2010) vuol risentire le canzoni prima di giudicarle. «Con i brani nuovi sono sempre in imbarazzo. Per la verità amo i motivi già molto noti, quelli classici, diciamo pure ‘vecchi’. Aspetto comunque le prossime serate per avere idee più precise. Mi ha meravigliato invece il fatto che Morandi sia ricorso anche quest’anno a ragazze straniere: per carità, sono bellissime, ma in Italia abbiamo fior fior di attrici, showgirls».



Fonte Miss Italia

Stampa Torna alla home page
 ARCHIVIO
 
RICERCA IN ASN   
 
  FOTO GALLERIA
SCRIVI
(solo utenti registrati)
Opinioni
Commenti
Sfoghi
Racconti e poesie
Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Accetto Ulteriori informazioni


Privacy Copyrights © - ASN - Agenzia Giornalistica SavonaNotizie - Tutti i diritti sono riservati
direttore responsabile: Gianpaolo Dabove - partita Iva 00874170095
  realizzato da Visiant Outsourcing