Agenzia Giornalistica - Savona Notizie Agenzia Giornalistica - Savona Notizie
22/11/2017
ASN online - Agenzia Giornalistica SavonaNotizie - Agenzia quotidiana di informazioni e opinioni 
   Chi siamo      Servizi      Pubblicità      Per i vostri comunicati      Collabora      Lettere al direttore      Newsletter
Registrati
login:
password:
Hai dimenticato la password?
Attualità
Cronaca
Cultura
Curiosità
Dove andare
Gastronomia
Informatica
Musica
Politica
Racconti e poesie
Scadenze
Sport
AMICI DEL SASSELLO
 Associazione
 Biblioteca
 La Voce del Sassello
 Museo Perrando
Google

   BORSA
METEO

 

Argomento 'Curiosità'

Stasera elezione della nuova Miss Italia 2014
Data di pubblicazione: 14/09/2014
Stasera elezione della nuova Miss Italia 2014

Ultima ora

www.savonanotizie.it/scheda.php?idart=13488     

15/09/2014 Clarissa Marchese 20 anni, siciliana, è Miss Italia


“Questo è l’anno giusto per ricominciare: il cambiamento c’è e si è visto nelle due puntate andate in onda su La7, dedicate ai casting di Miss Italia – ha detto Patrizia Mirigliani -. Quello che serviva era un nuovo progetto televisivo, un format che rendesse giustizia ad un marchio, quello di Miss Italia, che ha sempre tenuto. Il legame con il territorio è fortissimo e lo dimostra l’interesse che sta muovendo questa edizione, ricca di novità e di complicità: in primis con Simona Ventura, che oltra ad essere una professionista, è diventata un’amica. Emis Killa, poi, è la modernità che incontra la tradizione del Concorso”.

La Patron, in occasione della 75.ma edizione del Concorso, ha voluto rendere omaggio alla “miss per eccellenza”, mito ed icona di tutte le ragazze che partecipano a Miss Italia: Sophia Loren. Per farlo, è stata presentata una maglietta creata dall’artista Giuseppe Stampone, che ha disegnato il volto dell’attrice con una penna bic.

“Emis rappresenta la nuova tendenza della modernità. E’ un giovane di successo – ha detto Simona Ventura- che ha fatto del rap un trend, quando molti lo ignoravano. Insieme ad Emis in giuria avremo Alessandro Preziosi, un caro amico con cui ho lavorato anni fa a Mediaset; la bellissima Alena Seredova, Marco Belinelli, l’unico italiano ad aver vinto l’Nba americano e ad essere diventato una bandiera per il nostro Paese nel mondo, ed il giornalista Sandro Mayer.

Da due anni il Concorso di Patrizia Mirigliani lavora a stretto contatto con il Codacons, rappresentato in sala dal presidente Carlo Rienzi. “Purtroppo, laddove c’è bellezza c’è anche violenza talvolta – ha spiegato Rienzi -. Miss Italia si è dimostrata sensibile al problema. In questo anno abbiamo registrato un 15% in meno di violenze sessuali e un 13% in meno di omicidi. Sono 57 le donne che ci hanno chiesto aiuto: possono sembrare poche, ma sono tante invece. Per 57 che denunciano, tante altre non lo fanno”.

Ma Miss Italia ha anche un lato ironico e autoironico: quest'anno il Concorso ha aperto le porte alla satira con Alessio Giannone (noto sul web come Pinuccio). “Mi manda il presidente della Camera – ha ironizzato-. Voglio sfatare i luoghi comuni sul concorso di bellezza, cercando dietro le quinte la ragazza più femminista a cui assegnare la fascia speciale di Miss Boldrina”.

Allora tutto pronto, stasera alle 21,10, dal Pala Arrex di Jesolo, su La7 e in contemporanea su La7d, si assegna il titolo di Miss Italia 2014: è un’edizione completamente rinnovata e all’insegna della modernità grazie anche alla scelta di Patrizia Mirigliani di affidare per la prima volta a Simona Ventura la conduzione e a Magnolia la produzione esecutiva dello show.

Durante la serata, le Top 24 affronteranno diverse prove che porteranno le ragazze da 24 a 16, da 16 a 12, da 12 a 8 fino ad arrivare alle 5 candidate al titolo. Solo al termine dell’ultima prova Simona Ventura proclamerà la nuova Miss Italia 2014, erede di Giulia Arena.

Le 24 ragazze saranno valutate da una giuria speciale presieduta da Alena Seredova e composta da Marco Belinelli, Emis Killa, Sandro Mayer e Alessandro Preziosi. Le loro votazioni, insieme a quella del pubblico da casa, che potrà come sempre esprimere le proprie preferenze attraverso il televoto (894.000 da numero fisso e 477.04.71 da mobile), decreteranno chi tra le Top 24 sarà Miss Italia 2014.

Ad arricchire le sfide sarà la musica, vero e proprio pilastro di quest’edizione di Miss Italia. Le ragazze prenderanno parte alle performance di Chiara Galiazzo e di Francesco Sarcina e si sfideranno sulla musica di un agguerrito dj set man vs woman, che vedrà contrapporsi i beat di Pink Is Punk e Frency King con DJ Brina. Sarà caratterizzato dalla musica anche il momento della premiazione finale: Emis Killa consegnerà l’ambita corona alla vincitrice quest’edizione del concorso insieme a Patrizia Mirigliani.

Per commentare in diretta ogni momento della finale sarà possibile utilizzare l’hashtag #missitalia   sui profili ufficiali di Miss Italia.

La stanchezza, la speranza, la paura del televoto e uno slogan ricorrente: “non sono sicura di vincere, ma voglio vincere”. E’ quello che si sente ripetere tra le 24 finaliste in gara.

“Non ho un piano B, ma su Miss Italia mi gioco tutto”, dice piena di speranza Giulia Salemi. “La mia strada è questa, quello dello spettacolo: per seguirla ho lasciato anche l’università”.

“Non pensavo fosse così dura, sono sincera, ma siamo agli sgoccioli e stringo i denti – dice Elisa Piazza Spessa -. Sto vivendo il Concorso con grande serenità perché, a differenza di tante ragazze che sono qui, il mio sogno non è quello di entrare nel mondo dello spettacolo, ma di fare il magistrato: dopo il Concorso inizierò l’Università a Milano. Certo che se dovessi vincere Miss Italia, tutto cambierebbe…Spero di avere delle possibilità: quest’anno il televoto sarà determinante e questo mi spaventa molto. Spero che anche le regioni del Nord facciano il tifo per le proprie rappresentanti”.

“I ritmi sono davvero sostenuti, ma l’esperienza che stiamo vivendo è impagabile: ricordiamo che è stata concessa solo a 24 di noi – racconta Sara Pagliaroli -. Stiamo provando tutto il giorno, sono salita sul palcoscenico su cui domani saremo in diretta… le luci soffuse, il batticuore… se penso che domenica sera sarà pieno di persone che mi guarderanno vado in ansia. E poi c’è il televoto, che mai come questa volta avrà un peso nel decretare la vincitrice: speriamo che anche il Nord ci sostenga!”

Patrizia Mirigliani e Simona Ventura hanno descritto l’identikit della nuova Miss Italia, che sarà “smart, sveglia, grintosa e 2.0” e in cui le ragazze sembrano ritrovarsi a pieno. “Tutto quello che ho avuto fino ad ora, compreso l’essere a Miss Italia, l’ho avuto grazie alla mia voglia di farcela e alla mia determinazione. La nuova Miss deve essere così – continua Sara Pagliaroli”.

“Va bene la ragazza sveglia e grintosa, ma che non sia arrogante e non se la tiri – precisa Giorgia Orlandi -. Tutte le ragazze devono rispecchiarsi in Miss Italia, per cui deve comunque essere una ragazza che non si metta su un piedistallo. La tensione inizia a sentirsi, la grande paura è quella del televoto: il pubblico è sempre imprevedibile, per cui sarà una sfida dura, fino alla fine”.

“Sarò il vigile delle miss: il programma lo faranno loro”, parola di Simona Ventura. “Non sarò io al centro dell’attenzione, bensì le 24 ragazze che sono arrivate fino a qui, dopo un lungo percorso – ha dichiarato la conduttrice tv -. Sono loro che dovranno tirar fuori il massimo ed aiutarmi a fare il programma”. La miss ideale di Simona Ventura è infatti al passo con i tempi.

“A parità di bellezza, sono state scelte ragazze smart, sveglie e determinate, 2.0. Quasi tutte sognano il mondo dello spettacolo – ha proseguito la Ventura -, in particolare vorrebbero fare cinema, una strada che necessita di sacrificio e di duro lavoro, che non può essere improvvisata. Spero che ogni ragazza possa trovare la propria strada e possa cogliere tutte le opportunità che la vita metterà loro davanti: anche io partecipai nel 1986 al Concorso, ma non vinsi, eppure sono riuscita ad emergere e a raggiungere il successo”.

Sarà Emis Killa, il rapper italiano di “Maracanã”, ad incoronare insieme a Patrizia Mirigliani la nuova Miss Italia

“Questo è l’anno giusto per ricominciare: il cambiamento c’è e si è visto nelle due puntate andate in onda su La7, dedicate ai casting di Miss Italia – ha detto Patrizia Mirigliani -. Quello che serviva era un nuovo progetto televisivo, un format che rendesse giustizia ad un marchio, quello di Miss Italia, che ha sempre tenuto. Il legame con il territorio è fortissimo e lo dimostra l’interesse che sta muovendo questa edizione, ricca di novità e di complicità: in primis con Simona Ventura, che oltra ad essere una professionista, è diventata un’amica. Emis Killa, poi, è la modernità che incontra la tradizione del Concorso”.

La Patron, in occasione della 75.ma edizione del Concorso, ha voluto rendere omaggio alla “miss per eccellenza”, mito ed icona di tutte le ragazze che partecipano a Miss Italia: Sophia Loren. Per farlo, è stata presentata una maglietta creata dall’artista Giuseppe Stampone, che ha disegnato il volto dell’attrice con una penna bic.

“Emis rappresenta la nuova tendenza della modernità. E’ un giovane di successo – ha detto Simona Ventura- che ha fatto del rap un trend, quando molti lo ignoravano. Insieme ad Emis in giuria avremo Alessandro Preziosi, un caro amico con cui ho lavorato anni fa a Mediaset; la bellissima Alena Seredova, Marco Belinelli, l’unico italiano ad aver vinto l’Nba americano e ad essere diventato una bandiera per il nostro Paese nel mondo, ed il giornalista Sandro Mayer.

Da due anni il Concorso di Patrizia Mirigliani lavora a stretto contatto con il Codacons, rappresentato in sala dal presidente Carlo Rienzi. “Purtroppo, laddove c’è bellezza c’è anche violenza talvolta – ha spiegato Rienzi -. Miss Italia si è dimostrata sensibile al problema. In questo anno abbiamo registrato un 15% in meno di violenze sessuali e un 13% in meno di omicidi. Sono 57 le donne che ci hanno chiesto aiuto: possono sembrare poche, ma sono tante invece. Per 57 che denunciano, tante altre non lo fanno”.

Ma Miss Italia ha anche un lato ironico e autoironico: quest'anno il Concorso ha aperto le porte alla satira con Alessio Giannone (noto sul web come Pinuccio). “Mi manda il presidente della Camera – ha ironizzato-. Voglio sfatare i luoghi comuni sul concorso di bellezza, cercando dietro le quinte la ragazza più femminista a cui assegnare la fascia speciale di Miss Boldrina”.

Allora tutto pronto, stasera alle 21,10, dal Pala Arrex di Jesolo, su La7 e in contemporanea su La7d, si assegna il titolo di Miss Italia 2014: è un’edizione completamente rinnovata e all’insegna della modernità grazie anche alla scelta di Patrizia Mirigliani di affidare per la prima volta a Simona Ventura la conduzione e a Magnolia la produzione esecutiva dello show.

Durante la serata, le Top 24 affronteranno diverse prove che porteranno le ragazze da 24 a 16, da 16 a 12, da 12 a 8 fino ad arrivare alle 5 candidate al titolo. Solo al termine dell’ultima prova Simona Ventura proclamerà la nuova Miss Italia 2014, erede di Giulia Arena.

Le 24 ragazze saranno valutate da una giuria speciale presieduta da Alena Seredova e composta da Marco Belinelli, Emis Killa, Sandro Mayer e Alessandro Preziosi. Le loro votazioni, insieme a quella del pubblico da casa, che potrà come sempre esprimere le proprie preferenze attraverso il televoto (894.000 da numero fisso e 477.04.71 da mobile), decreteranno chi tra le Top 24 sarà Miss Italia 2014.

Ad arricchire le sfide sarà la musica, vero e proprio pilastro di quest’edizione di Miss Italia. Le ragazze prenderanno parte alle performance di Chiara Galiazzo e di Francesco Sarcina e si sfideranno sulla musica di un agguerrito dj set man vs woman, che vedrà contrapporsi i beat di Pink Is Punk e Frency King con DJ Brina. Sarà caratterizzato dalla musica anche il momento della premiazione finale: Emis Killa consegnerà l’ambita corona alla vincitrice quest’edizione del concorso insieme a Patrizia Mirigliani.

Per commentare in diretta ogni momento della finale sarà possibile utilizzare l’hashtag #missitalia   sui profili ufficiali di Miss Italia.

La stanchezza, la speranza, la paura del televoto e uno slogan ricorrente: “non sono sicura di vincere, ma voglio vincere”. E’ quello che si sente ripetere tra le 24 finaliste in gara.

“Non ho un piano B, ma su Miss Italia mi gioco tutto”, dice piena di speranza Giulia Salemi. “La mia strada è questa, quello dello spettacolo: per seguirla ho lasciato anche l’università”.

“Non pensavo fosse così dura, sono sincera, ma siamo agli sgoccioli e stringo i denti – dice Elisa Piazza Spessa -. Sto vivendo il Concorso con grande serenità perché, a differenza di tante ragazze che sono qui, il mio sogno non è quello di entrare nel mondo dello spettacolo, ma di fare il magistrato: dopo il Concorso inizierò l’Università a Milano. Certo che se dovessi vincere Miss Italia, tutto cambierebbe…Spero di avere delle possibilità: quest’anno il televoto sarà determinante e questo mi spaventa molto. Spero che anche le regioni del Nord facciano il tifo per le proprie rappresentanti”.

“I ritmi sono davvero sostenuti, ma l’esperienza che stiamo vivendo è impagabile: ricordiamo che è stata concessa solo a 24 di noi – racconta Sara Pagliaroli -. Stiamo provando tutto il giorno, sono salita sul palcoscenico su cui domani saremo in diretta… le luci soffuse, il batticuore… se penso che domenica sera sarà pieno di persone che mi guarderanno vado in ansia. E poi c’è il televoto, che mai come questa volta avrà un peso nel decretare la vincitrice: speriamo che anche il Nord ci sostenga!”

Patrizia Mirigliani e Simona Ventura hanno descritto l’identikit della nuova Miss Italia, che sarà “smart, sveglia, grintosa e 2.0” e in cui le ragazze sembrano ritrovarsi a pieno. “Tutto quello che ho avuto fino ad ora, compreso l’essere a Miss Italia, l’ho avuto grazie alla mia voglia di farcela e alla mia determinazione. La nuova Miss deve essere così – continua Sara Pagliaroli”.

“Va bene la ragazza sveglia e grintosa, ma che non sia arrogante e non se la tiri – precisa Giorgia Orlandi -. Tutte le ragazze devono rispecchiarsi in Miss Italia, per cui deve comunque essere una ragazza che non si metta su un piedistallo. La tensione inizia a sentirsi, la grande paura è quella del televoto: il pubblico è sempre imprevedibile, per cui sarà una sfida dura, fino alla fine”.

“Sarò il vigile delle miss: il programma lo faranno loro”, parola di Simona Ventura. “Non sarò io al centro dell’attenzione, bensì le 24 ragazze che sono arrivate fino a qui, dopo un lungo percorso – ha dichiarato la conduttrice tv -. Sono loro che dovranno tirar fuori il massimo ed aiutarmi a fare il programma”. La miss ideale di Simona Ventura è infatti al passo con i tempi.

“A parità di bellezza, sono state scelte ragazze smart, sveglie e determinate, 2.0. Quasi tutte sognano il mondo dello spettacolo – ha proseguito la Ventura -, in particolare vorrebbero fare cinema, una strada che necessita di sacrificio e di duro lavoro, che non può essere improvvisata. Spero che ogni ragazza possa trovare la propria strada e possa cogliere tutte le opportunità che la vita metterà loro davanti: anche io partecipai nel 1986 al Concorso, ma non vinsi, eppure sono riuscita ad emergere e a raggiungere il successo”.


Vedi le 24 finaliste

www.savonanotizie.it/scheda.php?sezione=online&idart=13481 


Tutte studentesse, ma c’è anche chi lavora. Alt ai tatuaggi, nessuna sposata,

Studio. frequentano il liceo 9 miss, universitarie 7, Istituto Tecnico 7, corso professionale 1.

Lavoro. 7 miss studiano e lavorano. I loro impieghi sono: modella, hostess, commessa, cameriera, baby sitter, tecnico di laboratorio chimico. Una è ballerina professionista.

Social. Tutte utilizzano facebook, ma non ne fanno un uso eccessivo. In qualche caso servono a tenere i contatti con familiari che non vivono nella stessa città, se non all’estero. In sintesi, i social vengono usati dalle finaliste “il tempo giusto”. In linea di massima, inoltre, tutte sembrano orientate a leggere i quotidiani e a tenersi informate (come stanno facendo a Jesolo), soprattutto on line, mentre sono molto meno interessate ai programmi della televisione, salvo i Telegiornali.

Altezza. Giorgia Orlandi e Rosaria Aprea sono le più alte (1.80); le più basse sono Sara Nervo, Matilde Silingardi e Deborah Messina (1,70). Nessuna sotto il metro e 70.

Occhi. Color marrone 16; verdi 4, azzurri 3, nocciola 1.

Capelli. castani 12, biondi 10, neri 2.

Tatuaggi. Record negativo, mai così pochi negli ultimi anni. Li hanno soltanto quattro miss su 24. Sono Sara Affi Fella (una farfalla ad un polso e la frase “let me dream”); Veronica Fedolfi (la scritta “stand by me” ad un piede), Soleil Anastasia Sorge (la scritta in tibetano ‘Om Mani Padme Hum’, cioè ‘concedimi l’ispirazione per ottenere l’unione di metodo e saggezza’) e Rosaria Aprea (un simbolo personale della libertà ad un polso)

Nessuna sposata: per la prima volta dal 1994, quando furono ammesse al concorso, nessuna finalista, forse anche dato il numero ristretto di esse, è sposata. E soltanto una, Rosaria Aprea, ha un figlio.

Il loro motto: tutte ne hanno uno. A parte i classici “Mai dire mai”, “Per aspera ad astra” e “memento audere semper”, eccone alcuni: “siamo in ballo …balliamo!”, “sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”, “l’eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare”, “i veri campioni gioc ano per vincere”, “La vera libertà è essere liberi di scegliere sempre”.

Fonte Miss Italia


Stampa Torna alla home page
 ARCHIVIO
 
RICERCA IN ASN   
 
  FOTO GALLERIA
SCRIVI
(solo utenti registrati)
Opinioni
Commenti
Sfoghi
Racconti e poesie
Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Accetto Ulteriori informazioni
Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Accetto Ulteriori informazioni

Privacy Copyrights © - ASN - Agenzia Giornalistica SavonaNotizie - Tutti i diritti sono riservati
direttore responsabile: Gianpaolo Dabove - partita Iva 00874170095
  realizzato da Visiant Outsourcing