Agenzia Giornalistica - Savona Notizie Agenzia Giornalistica - Savona Notizie
22/11/2017
ASN online - Agenzia Giornalistica SavonaNotizie - Agenzia quotidiana di informazioni e opinioni 
   Chi siamo      Servizi      Pubblicità      Per i vostri comunicati      Collabora      Lettere al direttore      Newsletter
Registrati
login:
password:
Hai dimenticato la password?
Attualità
Cronaca
Cultura
Curiosità
Dove andare
Gastronomia
Informatica
Musica
Politica
Racconti e poesie
Scadenze
Sport
AMICI DEL SASSELLO
 Associazione
 Biblioteca
 La Voce del Sassello
 Museo Perrando
Google

   BORSA
METEO

 

Argomento 'Curiosità'

Miss Italia news. Invito alla Boldrini ed altre curiosità
Data di pubblicazione: 10/08/2013
Miss Italia news. Invito alla Boldrini ed altre curiosità Lettera aperta di Patrizia Mirigliani all’on. Laura Boldrini

Presidente Boldrini,
nella lettera pubblicata oggi su ‘Repubblica’ a proposito del programma della Rai ‘The Mission’, Lei torna sull’argomento Miss Italia, scrivendo che ‘le sue poche parole al riguardo, che tanta risonanza hanno avuto, sono venute solo a commento di una decisione che la Rai aveva già preso e annunciato da settimane’. Devo dirLe che quelle ‘poche parole’, pronunciate da una rappresentante delle Istituzioni, con le sue funzioni ufficiali che dovrebbero essere garantiste di pluralità e libertà, sono suonate anche come denigrazione del Concorso Miss Italia.
Stiamo ancora subendo le gravi conseguenze per la Sua dichiarazione secondo la quale “è una scelta moderna e civile” rinunciare a trasmettere le fasi finali di Miss Italia. Così sono state messe in crisi la mia azienda e un insieme di imprese italiane che danno lavoro, su tutto il territorio, a centinaia e centinaia di persone tra cui agenti, maestranze, collaboratori, tecnici e addetti al service e alla mobilità, parrucchieri e truccatori, sicurezza, senza contare che sono state messe in difficoltà diverse aziende sponsor che, attraverso la incisiva promozione con Miss Italia, avrebbero incrementato la vendita dei loro prodotti, fatto reso ancora più grave in questo particolare momento di crisi economica.
Malgrado ciò, mi sono rimboccata le maniche per organizzare le Finali che si svolgeranno, tra la gente, che è sempre stata in tanti anni il vero sostegno dell’evento, quest’anno più che mai.
Cara Presidente, la invito pubblicamente, da donna a donna, a unirsi a noi alle finali di Miss Italia, in piazza tra le miss e il loro pubblico. Avrà modo di conoscere la realtà etica e sociale di un Concorso storico che in 74 anni è stato onorato dalle presenza di autorevoli nomi della cultura e dello spettacolo e che ha lanciato attrici come Sofia Loren, Gina Lollobrigida, Lucia Bosè, fino alle artiste del cinema e della fiction dei nostri giorni. La invito a venire tra noi, in mezzo a centinaia di ragazze, donne che rivendicano il diritto di mostrarsi, nella loro piena libertà, nelle infinite declinazioni positive della femminilità, compresa quella della bellezza, di cui l’Italia, alla stregua degli altri Paesi civili, va fiera nel mondo”.
Cordialmente,
Patrizia Mirigliani.



Verso lo stop alle iscrizioni. Ancora un mese di selezioni (sono 530!)

Due settimane ancora di tempo per le ragazze (chiusura il 20 agosto) per iscriversi a Miss Italia 2013, mentre le finali regionali (che portano le miss alle Prefinali nazionali) si svolgono fino al 7 settembre, data entro la quale devono esaurirsi le 530 selezioni organizzate su tutto il territorio. Sono le giornate più vive dell’anno (“Febbre di Miss Italia”, titolano i giornali) perché contemporaneamente si punta direttamente alle finali nazionali con l’assegnazione del titolo più importante di ogni regione. Alcuni sono già programmati, come Miss Veneto a Jesolo il 24 agosto. Singolare - per il luogo dove viene assegnato (30 agosto) - è Miss Sardegna, che verrà eletta nel corso di una diretta televisiva negli studi di Videolina, l’emittente leader nell’isola che da 18 anni trasmette questa serata e che ora preferisce ospitare la manifestazione, un riconoscimento per il lavoro della responsabile, Michela Giangrasso.
Tutti vogliono Giusy Buscemi: ottenere la sua presenza nelle selezioni finali è uno degli obiettivi di tante regioni, ma naturalmente la Miss non può essere ovunque e, per soddisfare il maggior numero di richieste, Giusy si sottopone ad un vero e proprio tour, che lei stessa definisce molto piacevole; eccola, quindi, alle elezioni di Miss Marche, a Camerino il 22 agosto; Miss Abruzzo, a Teramo il 24; Miss Toscana a Casciana Terme (Pi) il 31; Miss Puglia il 4 settembre; Miss Sicilia il 7. In una tappa intermedia, il 2 settembre, nella Capitale, Miss Italia porterà la sua corona in una serata in cui saranno elette sia Miss Roma, sia Miss Cinema Planter’s.
Le concorrenti del Molise sono attese da due tappe che portano alle Prefinali nazionali: domani venerdì 9 agosto nella balneare Campomarino, in piazza Falcone, alle ore 21,30 (Miss Eleganza) e domenica 11 nell’Anfiteatro di Conca Casale, stessa ora (Miss Deborah Milano).
A condurre le manifestazioni sarà Lidia Morelli, l’agente esclusivista del Concorso in Molise, che si alternerà al cabarettista romano Ivano Trau. Le coreografie delle miss sono curate dalla show girl brasiliana Cintia Moreira, a Campomarino, e da Etienne, il ballerino di “Amici”, a Conca Casale.


Albenga (Savona), sabato 10 la finale regionale, in Viale Pontelungo

Per la prima volta nella storia della Città, Albenga ospiterà la finale regionale della più famosa competizione di bellezza nazionale, che dal 1939 a oggi elegge la ragazza più bella d'Italia, il 74esimo concorso nazionale di Miss Italia by Patrizia Mirigliani, per la selezione di “Miss Eleganza” Silvian Heach 2013.
L'evento, organizzato dal Comune di Albenga e dalla Associazione Turistica Pro Loco Albenga, con la partecipazione di Wind – FT Communication e con il sostegno di Acqua Rocchetta, Miluna, Deborah Milano, Luciano Barachini, Wella Professionals, Silvian Heach, Planter's e Le Pandorine, si svolgerà in Viale Pontelungo, arteria stradale che già in passato ha ospitato, con grande successo, passerelle di bellezza, a partire dalle ore 21.30.


Verso l’elezione di Miss Valle d’Aosta

È Paola Chiuminatti (nella foto con le altre vincitrici), 18enne di Bruino (To) alta 1,75 la vincitrice della fascia di Miss Miluna Piemonte e Valle d’Aosta, uno dei titoli regionali che consentono l’accesso diretto alle prefinali nazionali del concorso. Capelli castani, occhi marroni, Paola studia e nel tempo libero pratica sport a livello agonistico. È infatti campionessa di twirling e milita nella nazionale azzurra. Si è aggiudicata il titolo nell'ormai collaudata cornice dell'ippodromo di Vinovo (To).
Seconda Melissa Magalini, 18enne di Quarona (Vc) alta 1,74 capelli castani, occhi marroni, studia e lavora come estetista. Ha vinto il titolo di Miss Rocchetta Bellezza.
Dietro di lei, Irene Barletta, 18enne di Verbania alta 1,75 capelli biondi, occhi azzurri, iscritta al liceo linguistico, pratica danza moderna da 12 anni.
Infine Miss Wella Professionals Eleonora Scafidi, 19enne di Chivasso (To) alta 1,73 capelli castani, occhi marroni, iscritta al liceo turistico e barista in una caffetteria.
Da questa sera inizia il conto alla rovescia per Miss Valle d’Aosta, fascia che consente l’accesso diretto alle finali nazionali. Ma prima la selezione di sabato 10 agosto a Sauze d’Oulx, sulle montagne torinesi, dove verrà eletta Miss Wella Piemonte e Valle d’Aosta.
Domenica poi doppio evento a La Thuile (Ao) con l’assegnazione della fascia regionale di Miss Sport e per la finalissima di Miss Valle d’Aosta, a partire dalle ore 15.



Curiosità dalle selezioni

«Al Concorso per dare un futuro migliore a mia figlia»

Appena indossata la fascia di Miss Eleganza Campania, già certa del posto nelle fasi nazionali del Concorso, Rosa Fiore, 24 anni, di Volla (Na), alta 1,78, occhi verdi, sorprende tutti con una frase carica di aspettative per il futuro della figlia, Fatima, due anni.
Dal Concorso si aspetta molto. Era in passerella già in un’edizione scorsa, ma, incinta di quattro mesi, non ce la fece. A 16 anni aveva vinto a Miss Italia il titolo di Miss Mascotte. Ora si è ripresentata, ed ha vinto un titolo che le assicura le prefinali nazionali. Matrimonio a 19 anni, sfumato troppo presto, Rosa ha il sostegno dei genitori, dei nonni e delle tre sorelle, Filomena di 24 anni, Veronica di 21 e Sabrina di sette.
«Siamo gente semplice e vorrei per mia figlia, la mia principessa, una vita migliore. Miss Italia può offrirmi qualche opportunità per fare questo salto. In realtà i nostri genitori non ci hanno fanno mai mancare niente – spiega - mi seguono ovunque, sono la nostra sicurezza, ma il lavoro è quello che è. Fortunatamente, nel periodo estivo, ho trovato un’occupazione in un centro commerciale».
«Vivo bene questa esperienza: del resto, Sofia Loren, stessa mia regione, non aveva il mio titolo di Miss Eleganza? Le coincidenze varranno pure qualcosa», dice ridendo.

Beatrice, la miss arbitro: «lo sport è un’attività nobile»

Beatrice Delfini è una delle tante ragazze sportive che partecipano a Miss Italia, ma non gioca, dirige chi lo fa e deve far rispettare le regole. E’ infatti un arbitro di calcio, categoria “Giovanissimi” della Figc. Finalista regionale, 19 anni, di Palombara Sabina (RM), capelli castani, occhi coloro nocciola, Beatrice è al quinto anno del Liceo Socio Pedagogico, dopo un anno di sosta per motivi di lavoro della famiglia, ed ha una sorella che si chiama Andrea, proprio così. «E’ più difficile arbitrare che fare la miss: qui mi diverto, sono ore di spensieratezza. In campo è sempre una piccola battaglia perché chi gioca pensa soltanto al gol, a sovrastare l’avversario, con polemiche e ripicche, mentre io cerco di far capire ai ragazzi (per ora non ho mai arbitrato squadre femminili) che lo sport è un’attività nobile. Almeno a questi livelli, deve essere vissuto con gioia, sia da parte dei giocatori che da parte del pubblico. Una bella azione, una ‘giocata’ preparata e realizzata in maniera fantastica dà una grande soddisfazione. La vittoria poi arriva. Il calcio deve abituare alla disciplina, al rispetto delle regole e dell’avversario. Non serve a niente stare 90 minuti in mezzo al campo a discutere e a tirarsi calci».
La saggia Beatrice, che elogia la preparazione ricevuta dagli istruttori della Federazione, parla anche del suo ruolo: «L’arbitro bravo è quello che non distribuisce cartellini: deve essere così autorevole, non autoritario, quasi di esempio, al punto da essere seguito dai giocatori, senza ammonizioni ed espulsioni».


Fonte Miss Italia
Stampa Torna alla home page
 ARCHIVIO
 
RICERCA IN ASN   
 
  FOTO GALLERIA
SCRIVI
(solo utenti registrati)
Opinioni
Commenti
Sfoghi
Racconti e poesie
Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Accetto Ulteriori informazioni

Privacy Copyrights © - ASN - Agenzia Giornalistica SavonaNotizie - Tutti i diritti sono riservati
direttore responsabile: Gianpaolo Dabove - partita Iva 00874170095
  realizzato da Visiant Outsourcing